ESCHE DA TROTA

In primo piano

In questa pagina trovi tutte le esche da noi realizzate per affrontare al meglio ogni battuta di pesca alla TROTA. I nostri siliconici, disponibili in quasi trenta colorazioni, sono infatti ideati e costruiti per le acque nostrane, i pesci che le popolano e le loro specificità. Siliconici italiani per acque e pesci italiani.

—————————————————

Novità 2016: TIP WORM; WORM RING e FAT WORM (clic per ingrandire)

————————————————————-

 AMI PIOMBATI DA TROTA  (clic sul nome per visualizzarla)

—————————————————–

SCENT AMMORBIDENTE, RIVITALIZZANTE E AROMATIZZANTE PER GOMMA PROTEICA, AL SAPORE DI PESCE E AMINOACIDI :

A grande richiesta è disponibile, in pratiche confezioni da 100 ml, lo SCENT AL PESCE + AMINOACIDI PURISSIMI AL PESCE che utilizziamo per aromatizzare le nostre esche siliconiche. Ora potrete profumare di nuovo da soli le esche – facendole tornare come nuove – ogni volta che andrete a pesca.

A differenza di altri prodotti apparentemente simili presenti sul mercato, il nostro scent non è una semplice profumazione; il suo componente di base ha la capacità di ammorbidire, nutrire e rigenerare le esche, facendole tornare esattamente come nuove. 

GONFIARE E AMMORBIDIRE LE ESCHE SILICONICHE:

Se poi vogliamo ottenere di aumentare il volume delle nostre esche siliconiche ci basterà tenerle completamente immerse dentro allo scent della profumazione a  noi preferita e aspettare qualche giorno; noterete che le esche assorbiranno il liquido ed aumenteranno di volume, diventando nel contempo più morbide. Una volta che avranno raggiunto le dimensioni da noi desiderate, le toglieremo dallo scent e le meteremo di nuovo nelle buste o nelle scatole di plastica.

Boccetta di scent da 100 cc (clic per ingrandire)

SCENT Modalità d’uso: Lavare le vecchie esche sotto l’acqua tiepida, per pulirle da eventuali residui vegetali o di sporcizia, e asciugarle con un panno pulito. Metterle poi in un contenitore e dopo aver agitato la boccetta dello scent per amalgamare l’emulsione, versare una piccola quantità di prodotto; mescolare bene e lasciare riposare per almeno un’ora. La gomma osmotica assorbirà l’olio che aveva perduto e si rinnoverà perfettamente come profumo, morbidezza e consistenza, riacquistando le caratteristiche iniziali. Si dovrà ripetere il trattamento ogni volta che le esche lo necessitano.

P.S. Su richiesta sono anche disponibili le seguenti altre 4 profumazioni:

AGLIO SALATO; CALAMARO + FEROMONI; GAMBERO + FEROMONI e SARDINA + FEROMONI

——————————————-

N.B. i nostri SCENT AROMATIZZATI si possono utilizzare liberamente anche su altre esche siliconiche commerciali, ma non se ne garantisce lo stesso effetto benefico di profumazione o di aumento di volume poiché la maggioranza di queste gomme viene prodotta con plastisol a cellule chiuse, le quali impediscono di fatto l’assorbimento di odori e sapori.

N.B. ATTENZIONE, liquido non commestibile e inadatto all’alimentazione umana o animale. Tenere fuori dalla portata dei bambini. Conservare al buio in un luogo fresco e asciutto.

AGITARE PRIMA DELL’USO

————————————————————

 MODELLI ESCHE SILICONICHE IN GOMMA PROTEICA:

      

                  GHOST                                      DUPLEX                           POLPO

                

               NEMO                                SHAD RING 8 cm                          FRY BAIT
                                     

       FAT WORM                                                 WORM  RING  

(Clicca sui nomi per saperne di più)

—————————————————————————————-

 

TIP WORM                           B CRYSTAL                           PADWORM

GIANT  CRYSTAL

(Clicca sui nomi per saperne di più)

                                       

          HEAD  WORM                                                PUPPY  WORM

(Clicca sui nomi per saperne di più)

                                   

              CRYSTAL                                                                CIUCCIOTTO

(Clicca sui nomi per saperne di più)

 PADDLE  TAIL                           BRUCO                         BRUCHINO

(Clicca sui nomi per saperne di più)

LOMBRICO  GRASSO           LOMBRICO  SOTTILE              CAIMANO  GRANDE

(Clicca sui nomi per saperne di più)

         CAMOLONE                         SHAD  RING 5 cm              

(Clicca sui nomi per saperne di più)

      CAMOLA DEL MIELE              CAIMANO  PICCOLO                    

           

          (Clicca sui nomi per saperne di più)

 ——————————————————

COLORI PER LA TROTA 

Per saperne di più sui colori da noi realizzati, consulta la sezione:

 GOMMA PROTEICA – Colori  (clic sul nome per visualizzarla)

———————————————————————————–

VUOI SAPERNE DI PIU’ ? 

invia una mail a:  Lorisfer@libero.it

oppure a:  Lorislures@alice.it

Un messaggio su Facebook a: Loris Lures Ferrari

Direct Line: 334 86 55 718 (orari lavorativi)

Verrai contattato nel minor tempo possibile

—————————————————————-

CONTATTI

In primo piano

Per ogni informazione sui nostri prodotti o per richiedere - senza impegno – un preventivo, scrivi a:

Lorisfer@libero.it  

oppure a :

         

Lorislures@alice.it      

 

DIRECT  LINE : Se desideri parlare direttamente con Loris Ferrari, telefona (preferibilmente in orario lavorativo) al numero 334 86 55 718

Se sono impegnato, verrai richiamato il prima possibile.

 

—————————————————————— 

Ringraziamo l’amico Mauro Maccagnani, ingegnere informatico e pescatore giramondo, per il fondamentale aiuto nella realizzazione di questo sito.

Mauro Maccagnani con un bellissimo Lucioperca di 7,5 kg. (clic per ingrandire)

 

© LorisLures  tutti i diritti riservati.

E’ espressamente vietata la riproduzione parziale o totale sia delle immagini che dei testi senza il consenso scritto della proprietà.

 

 

 

GOMMA PROTEICA: Colori

In primo piano

Le seguenti tabelle hanno finalità esemplificative e le foto spesso non coincidono, anche per le differenti caratteristiche del singolo schermo, con i colori da noi prodotti. Riteniamo doveroso aggiungere che le nostre tonalità sono miscelate manualmente e, di conseguenza, sono contraddistinte dalle variazioni cromatiche proprie del processo di lavorazione artigianale. Inoltre, colori come il luminescente (glow) o la maggior parte dei fluorescenti non sono tuttora riproducibili dai monitor dei computer e risultano inevitabilmente diversi dal reale. Attualmente produciamo una trentina di colorazioni; queste le principali:

 

 

 

 

 

 

 CLIC sul nome per saperne di più

BIANCO e ROSA (melange)

ROSA BUBBLE GUM        BIANCO           CARNE        CAMOLA NATURALE

ROSSO CORALLO           MARRONE SCURO          VERDE OLIVA      VINACCIA          

NERO             GIALLO FLUO           VERDE FLUO            ARANCIO FLUO     

LUMINESCENTE           VERDE NATURALE            VERDE ACQUAMARINA        

AVORIO

MARRONE VERDASTRO         ROSA SALMONE           MARRONE ROSSASTRO

ROSA FLUO       VERDE TINCA            GAMBERO

——————————————– 

TROUT COMPETITION SERIES

Produciamo particolari colorazioni per le competizioni e per la nostra clientela più esigente e le facciamo esclusivamente sui modelli: CIUCCIOTTO; CRYSTAL; B CRYSTAL, GIANT CRYSTAL; DUPLEX, PADWORM; TIP WORM; RING WORM; FAT WORM; SHAD RING 5 cm; SHAD RING 8 cm; GHOST e POLPO

Colore ARANCIO-GIALLO (clic per ingrandire)

Colore GIALLO-VERDE (Lime) ottenuto dal verde fluo e Giallo Fluo (clic per ingrandire)

Colore BIANCO-ROSA (clic per ingrandire)

————————————————————

VUOI SAPERNE DI PIU’ ? 

invia una mail a:  Lorisfer@libero.it

oppure a:  Lorislures@alice.it

oppure un messaggio sulla pagina Facebook a: Loris Lures Ferrari

DIRECT LINE: 334 86 55 718 (ORARI LAVORATIVI)

Verrai contattato nel minor tempo possibile.

—————————————————————-

 

ONDULANTI JOLLY – Trout Area

 

 

Ti presento i nostri ONDULANTI JOLLY da Trout Area, costruiti interamente in Italia in quattro modelli (L – M – S e XS) e 8 modelli di peso.

Sono tagliati al laser per ottenere il massimo dell’uniformità e precisione e vengono decorati uno ad uno in 20 differenti colorazioni, in modo da ottenere 160 combinazioni differenti.

MODELLI DISPONIBILI : QUATTRO forme e diversi spessori di metallo impiegati per ottenere OTTO pesi differenti.

Serie L (large) : disponibili da 4,13,0 grammi; in 20 colorazioni differenti;

Serie M (medium) : disponibili da 3,2 e 2,4 grammi; in 20 colorazioni differenti;

Serie S (smile) : disponibili da 1,9 e 1,3 grammi; in 20 colorazioni differenti;

Serie XS (extra smile) : disponibili da 1,5 e 1,0 grammi; in 20 colorazioni differenti;

P.S. il peso sopra riportato si riferisce al solo ondulante, senza amo e split ring; trattandosi di un prodotto artigianale è doveroso precisare che potranno esserci leggere differenze di peso e di decorazione tra un esemplare e l’altro.

—————————————

COLORAZIONI : n. 20 colorazioni possibili (da 1 a 20) vedi fotografie sottostanti)

ONDULANTI JOLLY: Ecco le venti colorazioni possibili (clic per ingrandire)

ONDULANTI JOLLY: colorazioni sul davanti dall'1 al 10 (clic per ingrandire)

ONDULANTI JOLLY: colorazioni sul retro dall'1 al 10 (clic per ingrandire)

ONDULANTI JOLLY: colorazioni sul davanti dall'11 al 20 (clic per ingrandire)

ONDULANTI JOLLY: colorazioni sul retro dall'11 al 20 (clic per ingrandire)

Questi ondulanti sono stati testati a lungo nelle acque italiane e modificati nelle forme e nelle colorazioni fino ad ottenere un prodotto di qualità superiore. Vengono montati con ami  e split ring della OWNER; in modo da offrire un prodotto già idoneo per ottenere i migliori risultati sia nelle gare di TROUT AREA che nella pesca per diletto.

Come standard vengono montati gli ami barbless (senza ardiglione) OWNER S-35 BL; su richiesta è anche possibile montare gli ami OWNER serie 31 (con microardiglione). Come Split ring vengono montati quelli della stessa azienda in lega di titanio, in modo da garantire il massimo della leggerezza e della resistenza.

nella scatola ondulanti JOLLY pronti per essere armati secondo le varie esigenze di pesca (clic per ingrandire)

————————————————

ALCUNE CATTURE : gli ONDULANTI JOLLY sono un vero e proprio asso nella manica per il pescatore sportivo; siamo partiti ispirandoci alle forme più catturanti e siamo man mano andati a modificare le forme in base ai preziosi suggerimenti dei nostri tester che li hanno provati a lungo nelle acque della penisola. Anche per le colorazioni che ti proponiamo ci siamo avvalsi dell’esperienza dei migliori pescatori della specialità e degli agonisti ai vertici della disciplina. La cosa che ci ha particolarmente fatto piacere è stato quella di constatare che anche nelle acque dei torrenti permettono significativi risultati.

Ecco di seguito alcune catture

(clic per ingrandire)

(clic per ingrandire)

(clic per ingrandire)

Anche sul torrente spesso gli ONDULANTI JOLLY fanno la differenza! (clic per ingrandire)

(clic per ingrandire)

(clic per ingrandire)

(clic per ingrandire)

Il massimo della sportività, rilasciare il pesce senza neppure toccarlo con le mani (clic per ingrandire)

(clic per ingrandire)

——————————————————

RINGRAZIAMENTI : voglio ringraziare pubblicamente i miei migliori tester per questi ondulanti: Michele Moro, Edy Durofil e Angelo Tonnellotto. Senza di loro che hanno svolto per tanti mesi prove e verifiche sulla validità di forme e colori, sicuramente non saremmo giunti a questo importante risultato.

VIDEO DI PESCA CON ONDULANTI JOLLY : ecco il filmato di una giornata di test in un laghetto per la pesca sportiva… anche in questa occasione gli ONDULANTI JOLLY sono risultati un vero e proprio asso nella manica!

                            clicca sulla parola  VIDEO TROUT AREA  per vedere il filmato

 

—————————————————

VUOI SAPERNE DI PIU’ ? 

invia una mail a:  Lorisfer@libero.it

oppure a:  Lorislures@alice.it

oppure un messaggio su Facebook a: Loris Lures Ferrari

Direct Line: 334 86 55 718 (orari lavorativi)

Verrai contattato nel minor tempo possibile.

—————————————————————————–

 

CUCCHIAINI ROTANTI, TUNGSTENO e Materiali per Autocostruzione

 

 

Sono arrivati i CONI e le SFERE in TUNGSTENO, per fare da sé gli ami piombati per la pesca alla Trota e i BULLETS a proiettile per la pesca del Black Bass; mandaci una mail e ti invieremo tutto il listino prezzi aggiornato, con tutte le misure e i modelli disponibili.

Se desideri subito saperne di più ecco il link:

TUNGSTENO e FILO DI PIOMBO per costruire gli ami da TROTA (clic sul nome per andare alla pagina)

 

In questa sezione troverai CUCCHIAINI ROTANTI (e altre hard baits) e materiali sfusi per l’autocostruzione delle esche per lo spinning; in modo da poterli costruire anche da solo. Abbiamo selezionato per te i materiali più idonei per la costruzione e la personalizzazione di hard baits per lo spinning in modo da farti accrescere le soddisfazioni in pesca, facendoti catturare anche con le tue esche.

—————————————————————————

CUCCHIAINI ROTANTI “SORANI”

ATTENZIONE: PER QUESTI CUCCHIAINI NON SI VENDONO PARTI SFUSE MA SOLAMENTE ROTANTI INTERI, SI PUO’ SCEGLIERE SOLAMENTE SE VOLERLI CON ANCORETTE OWNER ST-36 OPPURE CON AMI SINGOLI OWNER .

Gruppo di Sorani in colori assortiti (clic per ingrandire)

Eccoli nella misura 1 per grammi 3,20; misura 2 per grammi 4,50 e nella misura 3 per grammi 6,20. Sono montati con le efficacissime ancorette giapponesi Owner ST-36 ... e pronti per iniziare la gara! (clic per ingrandire)

Mi fa davvero piacere presentarvi questa novità, perché da oggi riusciremo a fornire sia agli agonisti dello Spinning Trota Torrente che ai pescatori per diletto, un cucchiaino rotante artigianale dall’efficacia davvero notevole, il famoso “cucchiaino “Sorano” o cucchiano di Sora.

Sono cucchiani rotanti che ho imparato a fare per merito di Antonio De Ciantis e che è l’ideatore e costruttore di questa esca e che abitando a Sora in provincia di Frosinone ha poi dato il nome all’esca.   Antonio ha cominciato a costruirli oltre quarant’anni fa, nel lontano 1973 quando lavorava in un officina meccanica; da appassionato giovane pescatore, cominciò a costruire i primi stampi, le palette e tutto quello che serviva, riuscendo man mano a migliorarsi, fino a produrre la serie di ottimi cucchiani attuali.

Questi cucchiaini si distinsero sin dai primi utilizzi per le alte capacità catturanti nei confronti delle trote e di altri predatori e ben presto raggiunsero – con il passa parola – un buon successo tra i pescatori del centro-sud d’Italia.

Anche ai cavedani piacciono! (clic per ingrandire)

IN COSA SI DIFFERENZIA DAGLI ALTRI CUCCHIAINI ?

In pratica si tratta di un cucchiaino dalla paletta metallica color alluminio a forma più allungata rispetto alle comuni pale di tipo francese. Per chi come me è un po’ avanti negli anni, si ricorderà forse dei cucchiaini francesi Veltic, da noi in Italia ormai praticamente introvabili.

Il corpo è in piombo a forma di proiettile, per permettere all’esca di mantenere a lungo il contatto con il fondo durante il recupero. Questo importante vantaggio viene mantenuto anche durante l’utilizzo in fiumi con grosse portate e veloci correnti, mentre altri cucchiaini commerciali vengono inesorabilmente portati verso la superficie diminuendo di fatto drasticamente le proprietà catturanti.

Il corpo viene decorato con colori vivaci  e con l’aggiunta di sgargianti punti colorati a contrasto che sembra attirino molto i pesci. Completano infine l’esca lo split ring per il cambio rapido dell’ancoretta o dell’amo singolo.

Antonio De Ciantis posa con una bella Trota (clic per ingrandire)

Antonio in azione durante una competizione (clic per ingrandire)

Con il proseguo degli anni i cucchiaini sorani si sono poi distinti – a suon di catture – in parecchie competizioni anche nel nord d’Italia fino a raggiungere la notorietà attuale che li vede spesso utilizzati durante le competizioni agli altri e più blasonati cucchiaini di note marche commerciali, superandoli talvolta nel rendimento.

Ancora una volta l’ingegno e le doti manuali di un appassionato pescatore italiano hanno prodotto qualcosa di estremamente valido per gli appassionati pescasportivi.

Ho conosciuto Antonio durante il recente campionato italiano spinning trota torrente, svoltosi a Fanano (MO) nel giugno 2015 e da allora tra di noi è nata una bella sinergia, io facendogli conoscere, provare e apprezzare le mie gomme siliconiche e lui facendo altrettanto con me con i suoi famosi cucchiaini e poi, pian piano, facendomi partecipe di alcuni “segreti” costruttivi e successivamente l’autorizzazione per riprodurre a mia volta le sue esche.

Pur costruendo cucchiaini rotanti dall’ormai lontano 1990, all’inizio ho dovuto fare un po’ di rodaggio soprattutto per apprendere le giuste fasi di lavorazione; il risultato che ho ottenuto in questi mesi di prove e piccola produzione però mi soddisfa e sono pronto a proporvi anche queste esche:

La ricerca e la precisa riproduzione dei materiali è conclusa (clic per ingrandire)

CUCCHIAINI SORANI, MISURE e PESI

Ne costruiamo in 5 modelli, 5 classi di peso e 5 differenti misure di palette in modo da rispondere al meglio alle esigenze dei predatori, sia per le Trote, i Persici Reali, gli Aspi, i Black Bass…

Li commercializziamo generalmente in “assetto da gara” ovvero armati delle famose e affidabili ancorette Owner ST 36 oppure di ami singoli OWNER barbless (senza ardiglione)  della serie SBL- 75 M in modo da poterli utilizzare nei no-kill, nelle selezioni del Club Azzurro e nei tuoi reservoir preferiti.

—————————————————–

Cavedano (clic per ingrandire)

PESI CUCCHIAINI FINITI IN ASSETTO DA GARA (con split ring e armati con ancoretta OWNER ST 36) :

- Misura 1 = 3,20 grammi

- Misura 2 = 4,50 grammi

- Misura 3 = 6,20 grammi

- Misura 4 = 9,45 grammi

- Misura 5 = 12,50 grammi 

N.B. I pesi indicati sono puramente indicativi, trattandosi di esche artigianali autocostruite potranno avere sulla singola esca, della piccole variazioni di peso rispetto a quanto indicato.

—————————————————————

LUNGHEZZA PALETTE:  Vengono utilizzate di 5 differenti tipi, la misura 1 da mm. 21; misura 2 mm. 26; misura 3 mm. 30; misura 4 mm. 38 e misura 5 mm. 46

——————————————————————

MISURA 1 : PESO COMPLESSIVO senza split ring e ancoretta grammi 3,00. Si consiglia un ancoretta OWNER ST 36 misura 10 oppure un amo singolo barbless (senza ardiglione) Owner SBL – 75 M misura 6. (sia l’ancoretta che l’amo possono essere forniti a parte).

PESO COMPLESSIVO con split ring e ancoretta OWNER ST 36 misura 10, grammi 3,20.

Cucchiaini Sorani da 3 grammi - Paletta n. 1 in alcune colorazioni (clic per ingrandire)

————————————————————

MISURA 2 : PESO COMPLESSIVO senza split ring e ancoretta grammi 4,15. Si consiglia un ancoretta OWNER ST 36 misura 8 oppure un amo singolo barbless (senza ardiglione) Owner SBL- 75 M misura 4. (sia l’ancoretta che l’amo possono essere forniti a parte).

PESO COMPLESSIVO con split ring e ancoretta OWNER ST 36 misura 8, grammi 4,50.

cucchiani sorani da 4,15 grammi - paletta n. 2, in alcune colorazioni (clic per ingrandire)

————————————————————-

MISURA 3 : PESO COMPLESSIVO senza split ring e ancoretta grammi 5,75. Si consiglia un ancoretta OWNER ST 36 misura 6 oppure un amo singolo barbless (senza ardiglione) Owner SBL – 75 M misura 2. (sia l’ancoretta che l’amo possono essere forniti a parte).

PESO COMPLESSIVO con split ring e ancoretta OWNER ST 36 misura 6, grammi 6,20.

 

cucchiani sorani da 5,75 grammi - Paletta 3 in alcuni colori (clic per ingrandire)

——————————————————————–

MISURA 4 : PESO COMPLESSIVO senza split ring e ancoretta grammi 8,85. Si consiglia un ancoretta OWNER ST 36 misura 4 oppure un amo singolo barbless (senza ardiglione) Owner SBL – 75 M misura 1. (sia l’ancoretta che l’amo possono essere forniti a parte).

PESO COMPLESSIVO con split ring e ancoretta OWNER ST 36 misura 4, grammi 9,45.

Cucchiani sorani da 8,85 grammi, in alcuni colori - Paletta 4 (clic per ingrandire)

—————————————————

MISURA 5 : PESO COMPLESSIVO senza split ring e ancoretta grammi 11,90. Si consiglia un ancoretta OWNER ST 36 misura 4 oppure un amo singolo barbless (senza ardiglione) Owner SBL – 75 M misura 1. (sia l’ancoretta che l’amo possono essere forniti a parte).

PESO COMPLESSIVO con split ring e ancoretta OWNER ST 36 misura 4, grammi 12,50.

Cucchiani sorani da 11,90 grammi - Paletta 5 in alcuni colori (clic per ingrandire)

——————————————————-

Antonio mostra una bella trota presa con uno dei suoi cucchiaini (clic per ingrandire)

 

Cucchiaini Sorani delle misure 1, 2 e 3 le più utilizzate nelle gare, già montate con le ancorette giapponesi Owner ST-36 (clic per ingrandire)

QUAL’E’ IL SEGRETO DELLA LORO TREMENDA EFFICACIA ?

Non lo sappiamo di preciso, può essere la cromia dei corpi, il particolare peso unito alla forma della paletta che permette vibrazioni lente ma estremamente attiranti a tutte le velocità di recupero, l’insieme delle due cose o altro ancora… sicuramente un loro punto di forza è la capacità di mantenere l’assetto di nuoto negli strati più bassi del fondale, vibrando anche a basse velocità di recupero o imprimendo accelerazioni. Da pescatori crediamo però che sia importante metterti a conoscenza dell’esistenza di questa bella esca; ti garantiamo che  se ne acquisterai qualche esemplare avrai molte più possibilità di divertirti nelle tue prossime gare o anche nelle normali battute di pesca!

Anche questa bella trota non ha resistito alle tremende vibrazioni emesse dal cucchiaino sorano! (clic per ingrandire)

cavedani e sorani, binomio vincente! (clic per ingrandire)

Il piccolo bass ha attaccato un cucchiaino sorano del numero 5 più grande di lui! (clic per ingrandire)

——————————————

RINGRAZIAMENTI :

* Un ringraziamento particolare a ANTONIO DE CIANTIS, agonista trota torrente e ideatore e costruttore dei cucchiaini, per i preziosi suggerimenti e l’indispensabile consulenza sui materiali da utilizzare per la riproduzione di queste esche.

———————————————————

ATTENZIONE: PER QUESTI CUCCHIAINI NON SI VENDONO PARTI SFUSE MA SOLAMENTE ROTANTI INTERI, SI PUO’ SCEGLIERE SOLAMENTE SE VOLERLI CON O SENZA ANCORETTE.

———————————————————

AVVERTENZA : non riusciamo a produrre queste esche tutto l’anno, per impegni sulla produzione di esche siliconiche; perciò per conoscere l’eventuale disponibilità e il prezzo e  dell’articolo/i desiderato/i puoi inviarci una mail a:

Lorislures@alice.it                           oppure a:                           Lorisfer@libero.it

DIRECT LINE con Loris Ferrari : se preferisci contattarmi direttamente per telefono, puoi chiamarmi al 334 86 55 718  (preferibilmente in orario lavorativo).

PREVENTIVO DI ACQUISTO

In base agli articoli richiesti, ti verrà inviato successivamente via mail il PREVENTIVO DI ACQUISTO (comprensivo delle spese di spedizione) che, se accettato, dovrà successivamente essere confermato per iscritto, indicando le modalità di pagamento prescelte, i dati anagrafici richiesti e l’indirizzo completo di spedizione.

————————————————-

MATERIALI SFUSI PER L’AUTOCOSTRUZIONE :

PALETTE PER COSTRUIRE GLI SPINNERBAIT: Colorado, Indiana, Willow sia in metallo che colorate per ottenere il massimo dalle vostre realizzazioni, ecco alcuni esempi:

PALETTE  METALLICHE DI TIPO FRANCESE

Qui sotto le palette metalliche di tipo francese (Tipo Mepps), per costruire i cucchiaini rotanti. Sono disponibili in 4 misure e 4 colorazioni.

Palette tipo francese (tipo Mepps) in colore argento (clic per ingrandire)

Palette di tipo francese nei 4 colori disponibili: Nero, Rosso Fluo, Arancio Fluo e Argento (clic per ingrandire)

PALETTE  WILLOW

Qui sotto le palette metalliche nichelate e martellate di tipo Willow, per costruire Spinnerbait nelle 5 misure disponibili.

Palette di tipo Willow color argento martellato nelle 5 misure disponibili (clic per ingrandire)

P.S. Non sono più disponibili le palette WILLOW nelle misure 6 e 4 1/2

Palette Willow - Mosca disponibili in due misure 1 e 2 e tre colorazioni (clic per ingrandire)

———————————————–

PALETTE  METALLICHE COLORADO


Palette di tipo Colorado disponibili in 3 misure (3, 4 e 6) e 4 colorazioni (Glow Scale; Pink scale; Chartreuse Scale e Orange Scale) - Clic per ingrandire

P.S. Le palette Squamate di colore GIALLO non sono più disponibili nella misura 3

——————————————————-

 

Palette di tipo Colorado disponibili in 4misure (3, 4, 5 e 6) e 2 colorazioni (Nero-Arancio fluo e Nero-Giallo Fluo) - Clic per ingrandire

Palette Colorado disponibili in 6 misure (2 -3-4-5-6 e 7), colore Nickel martellato) - Clic per ingrandire

———————————————————-

PALETTE  METALLICHE INDIANA

Palette metalliche di tipo Indiana color Arancio Fluo, disponibili in 6 misure (2 - 3 - 4 - 5 - 6 e 7)

Palette metalliche di tipo Indiana color Nickel martellato, disponibili in 5 misure. La misura 3 è disponibile anche in Ottone Lucido - (Clic per ingrandire)

P.S. Le palette in OTTONE liscio sono solamente disponibili nella misura 3

—————————————————

CORPI METALLICI IN OTTONE MASSICCIO NICHELATO

Corpi in ottone nichelato a forma conica. Il primo a destra ha già integrata una sfera in modo da ottimizzare la rotazione, senza dover aggiungere la sfera metallica. (Clic per ingrandire)

Corpi in ottone nichelato - Clic per ingrandire

Corpi in ottone nichelato per costruire cucchiaini rotanti - Clic per ingrandire

 

Corpi a doppio fuso in ottone nichelato per costruire cucchiaini rotanti (clic per ingrandire)

—————————————————————–

SFERE FORATE IN METALLO PER CUCCHIAINI ROTANTI, CUCCHIAINI TANDEM E SPINNERBAIT

4 misure di sfere metalliche forate (clic per ingrandire)

CONFEZIONI: le sfere in metallo nichelato – disponibili in 4 differenti misure,  vengono commercializzati in confezioni da n. 25 pezzi 

————————————————-

CAVALIERINI IN METALLO PER CAMBIO RAPIDO PALETTE

6 misure di cavalierini (clic per ingrandire)

CONFEZIONI: i cavalierini in metallo nichelato – disponibili in 6 differenti misure,  vengono commercializzati in confezioni da n. 25 pezzi

———————————————————————-

CAVALIERINI IN PLASTICA PER CAMBIO RAPIDO PALETTE

Due diversi tipi di cavalierini in plastica a sgancio rapido, per cambiare la paletta sul proprio artificiale (clic per ingrandire)

CONFEZIONI: i cavalierini in plastica – disponibili in 2 differenti misure,  vengono commercializzati in confezioni da n. 10 pezzi

————————————————————————

Spinnerbai e rotante con montati i due cavalierini in plastica a sgancio rapido, per la sostutuzione delle palette (clic per ingrandire)

Cavalierini in plastica a sgancio rapido, adatti per essere montati su artificiali di MEDIE e GRANDI dimensioni. Permettono la sostituzione rapida della paletta, cambiando così modello e colore.

 

Alcuni artificiali autocostruiti, al centro uno spinnerbait e attorno 3 cucchiaini rotanti muniti di amo senza ardiglione, pronti per essere utilizzati nei no-kill (clic per ingrandire)

———————————————————–

Per conoscere il prezzo e l’eventuale disponibilità dell’articolo/i desiderato/i puoi inviarci una mail a:

 Lorislures@alice.it                        oppure a:                           Lorisfer@libero.it

DIRECT LINE con Loris Ferrari : se preferisci contattarmi direttamente per telefono, puoi chiamarmi al 334 86 55 718  (preferibilmente in orario lavorativo).

PREVENTIVO DI ACQUISTO

In base agli articoli richiesti, ti verrà inviato successivamente via mail il PREVENTIVO DI ACQUISTO (comprensivo delle spese di spedizione) che, se accettato, dovrà successivamente essere confermato per iscritto, indicando le modalità di pagamento prescelte, i dati anagrafici richiesti e l’indirizzo completo di spedizione.

—————————————————————

Armature per innescare le gomme da LUCCIO e SILURO

Qui sotto troverete alcune ARMATURE E PIOMBATURE che utilizziamo con le nostre esche viniliche in gomma proteica dedicate al LUCCIO e per il SILURO. Vengono scelte in base alla pesce da insidiare, alla profondità di utilizzo delle stesse  con particolare riguardo alla conformazione del fondale in cui stiamo pescando. Le nostre armature un vero concentrato di semplicità ed efficienza,   stanno permettendo di catturare pesci di tutte le taglie nelle acque di mezzo mondo.

 

ARMATURE PER SILICONICI DA LUCCIO E SILURO : MODELLI

 

                  

                     ARMATURE DA SILURO             ARMATURE DA LUCCIO

          (CLIC sul nome per saperne di più)

 

————————————————————————

 

 

Articolo I.T.B. Sansepolcro su MOSCA & SPINNING (dic 2014 – genn 2015)

Ecco l’articolo che ho scritto sul numero di Dicembre 2014 – Gennaio 2015 della rivista MOSCA & SPINNING. E’ il resoconto del lavoro della giuria durante la competizione di esche autocostruite per lo spinning I.T.B. INTERNATIONAL TUSCANY BAITS BUILDING che si è svolta a Sansepolcro dal 25 al 27 settembre scorso.

 

Parte proprio da questo numero della rivista un nuovo contest di autocostruzione dove ancora una volta io farò parte della giuria, assieme a Moreno Bartoli e Giorgio Montagna, ecco il banner che identifica la competizione.

Per saperne di più vai su: www.lapescamoscaespinning.it

 

———————————————-

 

Video di Pesca

Ecco i video di pesca che ho girato il qualità di consulente e tester spinning per SEIKA – TUBERTINI ed altri video di pesca girati da amici… buona visione:

VIDEO TROUT AREA CON GLI ONDULANTI JOLLY by LORIS LURES

Clicca sulla parola  VIDEO TROUT AREA  (per vedere il filmato)

—————————————————

Video girati per l’azienda TUBERTINI :

CHEPPIE A SPINNING NEL TARO

Clic sulla foto per aprire il video

Clicca sulla parola VIDEO CHEPPIE (per vedere il filmato )

—————————————–

TROTE A SPINNING IN TORRENTE – APPENNINO MODENESE

Clic sulla foto per aprire il video

Clicca sulla parola VIDEO TROTA TORRENTE (per vedere il filmato )

——————————————————

TROTE A SPINNING IN LAGHETTO – APPENNINO MODENESE

 

Clic sulla foto per aprire il video

 Clicca sulla parola VIDEO TROTA LAGHETTO (per vedere il filmato )

————————————————————

CAVEDANI E TROTE A SPINNING IN TEVERE

 

 Clicca sulla parola VIDEO TEVERE (per vedere il filmato )

———————————————————————————-

TROTE A SPINNING nel torrente BIDENTE 

Con Cristian Cavani e Francesco Dinelli a trote nella riserva no-kill di SANTA SOFIA (FC)

Clicca sulla parola VIDEO BIDENTE (per vedere il filmato )

 

———————————————–

Video girato da Mirko Piccioli che documenta la cattura di un grosso pesce SILURO. Mirko documenta la bellissima cattura di un siluro di 244 centimetri effettuato con la nostra esca proteica MIDI GIANT SHAD da 16 cm. addizionata con scent al pesce + aminoacidi e canna da pesca Ethnic TUBERTINI

Clicca sulla parola VIDEO SILURO (per vedere il filmato relativo alla cattura)

Ecco il MIdi Giant Shad 16 cm. che ha permesso la cattura (clic per ingrandire)

 

 

Mirko mostra orgoglioso il bellissimo pesce (clic per ingrandire)

——————————————————–

 

COME ORDINARE

Ci scusiamo con gli utenti abituati ad acquistare on-line ma questo sito non è strutturato come un vero e proprio e-commerce: gestiamo infatti solamente gli ordini che ci giungono via e-mail (confermati poi via mail o telefono), oppure concordati interamente via telefono.

N.B. non tutti gli articoli che trovate sul sito sono immediatamente disponibili a magazzino. Essendo produttori artigianali, costruiamo principalmente su ordinazione. E’ perciò probabile che mancheranno al momento dell’ordine degli articoli che si andranno a produrre appositamente nelle giornate successive. La spedizione perciò può differire dalla conferma d’ordine anche di un paio di settimane.

Possiamo secondariamente anche commercializzare attrezzature da pesca avendo una licenza on-line ma preferiamo farlo con gli articoli e le attrezzature da spinning

Per conoscere il prezzo e l’effettiva disponibilità dell’articolo/i desiderato/i sei perciò pregato di inviarci una mail a:

 

Lorislures@alice.it                     oppure a:                           Lorisfer@libero.it

DIRECT LINE con Loris Ferrari : se preferisci contattarmi direttamente per telefono, puoi chiamarmi al 334 86 55 718 (orari lavorativi).

————————————————————

PREVENTIVO DI ACQUISTO

In base agli articoli richiesti, ti verrà inviato via mail il PREVENTIVO DI ACQUISTO (comprensivo delle spese di spedizione) che, se accettato, dovrà successivamente essere confermato per iscritto, indicando le modalità di pagamento prescelte, i dati anagrafici richiesti e l’indirizzo completo di spedizione.

CONDIZIONI DI VENDITA 

IDENTITA’ DEL FORNITORE :

Tutti i prodotti in vendita sono forniti da LORIS LURES di Loris Ferrari, (in seguito indicata solamente come LORIS LURES), con sede legale in: Via dell’Indipendenza, 35  41058 VIGNOLA (MO) Tel. 334 86 55 718 – Partita Iva 03594810362.

A questo indirizzo dovranno pervenire tutte le comunicazioni relative ad eventuali reclami.

ESECUZIONE DELL’ORDINE 

La merce è spedita al Cliente con imballo gratuito ed è accompagnata dai documenti a norma di legge. Le spese di imballo sono a carico di LORIS LURES, al cliente sarà addebitato un contributo spese di spedizione forfettario dipendente dal peso e dal volume della merce inviata.

Le tariffe per la spedizione tramite corriere possono variare a seconda del luogo di destinazione, dal volume, dal peso e dal numero dei colli inviati .

Il valore minimo dell’ordine è di Euro 20,00 spese di spedizione escluse (27,00 euro).

La merce sarà spedita in Porto Franco (spedizione a carico nostro), per importi pari o superiori a Euro 150,00 + I.V.A.

METODI DI PAGAMENTO E SPEDIZIONE

Il PAGAMENTO può essere effettuato ricaricando la nostra Carta POSTEPAY (il numero ti verrà fornito in seguito) da qualsiasi ufficio postale italiano oppure nelle tabaccherie abilitate ai pagamenti telematici (bolli auto, bollette, ricariche telefoniche…).

 

E’ anche possibile pagare quanto ordinato attraverso Bonifico Bancario; se preferisci questa possibilità sarà nostra cura fornirti l’IBAN della nostra banca.

La SPEDIZIONE viene effettuata solitamente con un Corriere Espresso (siamo abbonati GLS), oppure attraverso le Poste Italiane.

 

 

TEMPI DI CONSEGNA ITALIA 

Corriere espresso: consegna solitamente il giorno successivo al ritiro (2 giorni lavorativi per le isole e per località particolari).

 

TARIFFE SPEDIZIONI 

Le tariffe andranno calcolate volta per volta in base al tipo di spedizione scelto, alla destinazione, al peso al volume e al numero dei colli inviati; sarà nostra cura indicare le spese di spedizione nel preventivo di acquisto che spediremo al cliente via mail, prima dell’accettazione.

CORRIERE: Relativamente al Corriere Espresso, se il pacco rimane entro un certo ingombro ed entro un peso di 3 chilogrammi (la maggioranza delle nostre spedizioni), il contributo spese di spedizione per qualsiasi destinazione in Italia è di Euro 7,00 (iva compresa)

SPEDIZIONE GRATUITA: non si pagano spese di spedizione per acquisti pari o superiori ai 150,00 Euro + I.V.A..

* Le tariffe vengono segnalate a puro titolo indicativo e potranno subire variazioni in qualsiasi momento (sarà ns. cura segnalarvi in sede di preventivo le tariffe vigenti).

DIMENSIONI FUORI STANDARD

In caso di particolari dimensioni ingombranti o di rilevante peso (superiore ai 3 kg.)  la spedizione può avvenire esclusivamente tramite Corriere Espresso; sarà nostra cura avvertirvi preventivamente in sede di preventivo delle effettive spese da sostenere.

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA:   (clicca sul Link per maggiori informazioni)

FATTURAZIONE 

Rilasciamo a tutti i clienti regolare fattura fiscale; il cliente privato dovrà fornirci all’atto dell’ordine, oltre all’indirizzo, anche il proprio CODICE FISCALE, mentre le Aziende o le Società di pesca sportiva, dovranno fornirci preventivamente tutti i propri estremi  sociali e il numero di codice fiscale e/o partita IVA a:

Lorislures@alice.it              oppure             Lorisfer@libero.it

 ———————————————————

PRIVACY   (clicca sul link per maggiori informazioni)

——————————————————-

Le gomme Loris Lures sulla rivista mensile “Brescia In Pesca”

- Nel numero di dicembre 2013 sulla rivista BresciainPescè stata pubblicata una mia intervista sulle gomme siliconiche autocostruite per il Black Bass, ecco l’articolo:

Prima pagina dell'articolo (clic per ingrandire)

Seconda pagina (clic per ingrandire)

Terza pagina (clic per ingrandire)

Quarta pagina (clic per ingrandire)

————————————————————

- Nel numero di dicembre 2012 sulla rivista BresciainPescè stata pubblicata una mia intervista sulle gomme siliconiche autocostruite per la Trota, ecco l’articolo:

Prima pagina dell'intervista (clic per ingrandire)

Seconda pagina (clic per ingrandire)

Terza pagina (clic per ingrandire)

Colgo l’occasione per ingraziare Antonio Frassine, della rivista BresciaInPesca e segnalo il loro indirizzo web nel caso vogliate consultare on line la rivista.

www.bresciainpesca.it     (clic sul link per andare sulla rivista on line)

 

 

Articoli già pubblicati su www.bassmaster.it

Mi permetto di segnalarvi i seguenti articoli che parlano della pesca alla trota, già pubblicati sul sito Black Bass & Co. (www.bassmaster.it)

1) TROTE IN CAVA con le esche siliconiche   (clicca sul titolo per leggere l’articolo)

Trota a wacky rigging con stikbait Bianco

Un articolo da leggere assolutamente, inizialmente lo scrissi solamente io nel Dicembre del 2001 e poi successivamente a quattro mani assieme a Gianni Burani facemmo un aggiornamento nel 2008; parla delle tecniche più efficaci per affrontare con successo le trote in cava con le esche siliconiche… e non solo, un vero must da non perdere sulla pesca alla trota. Un articolo ormai “datato” ma che conserva tutt’ora una sua indiscussa validità; sono stato il primo in assoluto a far comprendere sul web che le trote si potevano pescare con successo con le esche siliconiche… la mia mia gomma proteica era ancora da essere scoperta, ma l’articolo rimane ancora per molti versi attuale.

Nell’articolo fui anche il primo a parlare di tecnica Wacky Rigging; la insegnai pubblicamente nel Novembre del 2001 al secondo raduno degli Apostoli dello Spinning, al lago del Rosario a Bologna, catturando e facendo catturare agli sbalorditi pescatori presenti numerose trote, utilizzando e distribuendo ami da carpfishing e come esca utilizzammo i Senko da 3 e 4 pollici di colore bianco.

All’interno dell’articolo potete gustare un piccolo video girato dall’ittiologo Armando Piccinini, dove si vede sott’acqua come si muove un mio lombrico di colore bianco innescato wacky e persino le trote che si avvicinano all’esca per prenderla e che si ritirano solamente quando si fa minacciosamente vicina la figura del subacqueo.

2) TROTE E JIGS   (clicca sul titolo per leggere l’articolo)

La Trota iridea ha abboccato al Jig in marabou

Un articolo scritto da Gianni Burani, da leggere e da gustare fino alla fine. Contiene un divertente video girato da Gianni stesso mentre cercava di pescare le trote con i jig in un lago dall’acqua trasparente… malgrado le oggettive difficoltà per dover fare tutto da solo, e cercare di far attaccare le trote solamente nell’immediato sottoriva per riuscire ad inquadrarle, guardando le immagini si intuiscono le incredibili potenzialità di un esca a torto troppo poco usata nella pesca ai salmonidi sia in acqua ferma che in torrente.

Pensate che nel Settembre del 2001, al primo raduno degli Apostoli dello Spinning al lago Le Grange in provincia di Vercelli, il sottoscritto prese il pesce più grande della giornata, una trota iridea da 1,5 Kg. tra lo stupore dei presenti, utilizzando come esca proprio un Jig da bass/luccio da un oncia di peso (28 g).

3) ANTIALGA IN NYLON PER ANCORETTE  (clicca sul titolo per leggere l’articolo)

Ancoretta protetta con l'antialga in nylon

E’ in assoluto il primo articolo che ho pubblicato su Black Bass & Co. descrive come fare una protezione in nylon sulle ancorette per renderle antialga; risale all’anno 2000, successivamente sullo stesso argomento mi è stato chiesto di pubblicare articoli su alcune riviste di pesca, come Pescare e il Pescatore d’Acqua Dolce (Editoriale Olimpia).

4) TECNICHE DI PESCA: IL WACKY RIGGING (clicca sul titolo per leggere l’articolo)

Verme in gomma innescato wacky

E’ il primo articolo pubblicato – nel Febbraio 2001 – su Black Bass & Co.  e quindi sul web in Italia, che descrive come applicare in pesca la tecnica americana del Wacky Rigging, tecnica che prenderà sempre più piede nella pesca al Black Bass e successivamente anche nella pesca alle Trote. L’articolo è ancora un valido punto di riferimento per chi vuole apprendere questa micidiale tecnica finesse.

5) TECNICHE DI PESCA: TESTINA REVOLUTION (clicca sul titolo per leggere l’articolo)

Andrea Duse con una Carpa presa a testina piombata e grub di gomma

é un intervista che ho fatto all’amico Andrea Duse e parla di una tecnica di spinning invernale – da loro ideata – rivolta alla pesca di tutti i pesci d’acqua dolce, nessuno escluso! Da leggere assolutamente, descrive la possibilità di catturare con una semplice testina piombata ed un grub di gomma siliconica da 3 pollici… praticamente ogni specie che nuota nelle nostre acque. Bisogna riconoscere ad Andrea il merito di aver fatto conoscere una tecnica che ha aperto nuovi orizzonti nella pesca a spinning rendendo di fatto catturabili con continuità specie di pesce fino ad allora destinate ad essere catturate solamente alle esche naturali, come i ciprinidi; carpe, tinche, amur… tutto ora sembra alla nostra portata.

6) AUTOCOSTRUZIONE: MODENA RIG (clicca sul titolo per leggere l’articolo)

L'armatura di acciaio che costituisce il Modena Rig (clic per ingrandire)

Un articolo che insegna a costruire un nuovo tipo di piombatura per portare verso il fondo le esche siliconiche, un alternativa al famosissimo Texas Rig; l’ho ideato nel 2002 per risolvere con efficacia la piombatura dei Tube Rig per poi scoprire man mano che poteva essere utilizzato con profitto con quasi tutte le esche siliconiche che normalmente utilizziamo a pesca.

7) TECNICHE DI PESCA: MODENA RIG APPLICAZIONI (clicca sul titolo per leggere l’articolo)

Esca siliconica innescata Modena Rig

Leggendo questo articolo potrete apprendere come utilizzare la montatura Modena Rig, anche sulle altre esche siliconiche; a differenza di altri sistemi, non ci sarà più bisogno di stopper in gomma o altri materiali, l’esca rimarrà in asse e risulterà più naturale, la piombatura rimanenbdo sotto l’esca risulterà meno visibile ed invasiva…

8)  TECNICHE DI PESCA: SWIMMER MODENA RIG  (clicca sul titolo per leggere l’articolo)

Il Bass non ha resistito alle evoluzioni dello Swimmer

Un evoluzione del sistema Modena Rig, l’aggiunta di una paletta in policarbonato capace di far “nuotare” le esche siliconiche come fossero minnows… un idea ancora da sviluppare pienamente ma che apre la strada a tantissime applicazioni…

 

 

 

Trote di Ferragosto

Testo e foto di GIAMBATTISTA SCURI (agosto 2012)

Bella trota iridea presa dall'autore (clic per ingrandire)

Premessa:

Da sempre nell’ambito della pesca sportiva, è opinione comune e consolidata il ritenere le giornate estive del mese di agosto poco produttive in termini di abboccate, dato che, specialmente per quanto riguarda i salmonidi, le giornate con caldo afoso e grande luminosità inibiscono non poco l’attività trofica di questi fantastici pesci.

In tali frangenti stagionali le finestre di attività predatoria si riducono di molto rispetto ad altri contesti stagionali più favorevoli quali per esempio quelli primaverili o autunnali, dove l’attività di caccia si protrae a volte in diversi momenti della giornata.

Marmorata dalla livrea meravigliosa (clic per ingrandire)

Detto ciò, per avere qualche pesce  in canna, non ci resta che sfruttare a dovere le prime ore del mattino, fascia temporale questa che risulta molto produttiva, a patto di presentarsi sul greto del fiume o del torrente alle primissime luci dell’alba. Questo ci servirà  per sfruttare a fondo sia il cambio di luce (particolare questo di estrema importanza per ingannare le nostre prede) sia per avere maggior  tempo valido a nostra disposizione, che  solitamente scade quando il sole salendo in cielo da dietro le coperture montuose, riflette i suoi raggi nell’alveo, inondando di luce ogni meandro o tana del fondale.

Questo che vi ho descritto in breve, è esattamente il contesto acqueo e ambientale con  il quale da circa un mese sto interagendo, se poi ci mettete anche l’acqua bassa e chiara, il quadro è completo.

Primo piano di una trota che ha preferito il color "carne" (clic per ingrandire)

Nonostante ciò, entrando in pesca nelle fasce orarie da me citate, sono riuscito a togliermi grosse soddisfazioni, catturando pesci in buon numero e – a volte – di buona e ottima taglia.

Bellissima trota prima del rilascio (clic per ingrandire)

L'autore mostra con orgoglio questo meraviglioso esemplare (clic per ingrandire)

Le esche impiegate:

Il ventaglio di esche da me utilizzato nelle mie mattutine battute estive è sempre il solito: rotanti, minnows ed esche in silicone, badando bene di utilizzare tutte e tre le tipologie di artificiali citati adottando taglie più grandi rispetto a quelle standard, così da stimolare pesci apatici o svogliati, o comunque poco incentivati a livello predatorio dal caldo e dai bassi livelli idrici caratteristici di questa stagione. 

Bella trota presa a minnow (clic per ingrandire)

Nell’arco delle mie battute di pesca ho catturato bene sia con il rotante che con il minnow, esche queste che uso con profitto da una vita, ma se devo essere sincero vi dico che con le softbaits – soprattutto con le moderne esche siliconiche di ultima generazione – ho catturato molto di più e con taglie ben maggiori!

Anche i temoli non sanno resistere ad una gomma proteica ben manovrata (clic per ingrandire)

Credo sia risaputo che sono un estimatore della pesca a spinning con le esche in gomma; chi legge i miei articoli, sa che da anni amo utilizzare questo genere di esche, ed ogni volta che mi ritrovo in pesca, e mi capita di catturare qualche bel pesce – e fortunatamente sono parecchie – mi ritrovo talmente soddisfatto ed appagato dal farmela piacere sempre di più, tanto da portarla in pesca con sempre maggiore convinzione e fiducia.

Questo è uno dei segreti per farla funzionare al meglio, crederci ed utilizzarla !!! 

Trota fario (clic per ingrandire)

Forse ora vi domanderete quali e quante tipologie di esche in silicone io utilizzi durante le mie sessioni di pesca, ma vi dico  subito che non sono molte, anzi sono solo due o tre: Worm (da 4 a 6 pollici), Shad (da 3 a 5 pollici) e imitazioni di larve (da 2 a 3 pollici), come camole, caimani, sanguisughe… in varie colorazioni, ma principalmente con tinte molto vicine a quelle che i pesci trovano in natura, dato che quando non faccio gare, non vado certo ad insidiare trote di semina, ma preferisco cimentarmi con pesci veri e selvatici quali sono le fantastiche fario di torrente o le splendide marmorate  che abitano nel reticolo idrografico della provincia bergamasca. 

Trota fario (clic per ingrandire)

Fra tutte queste softbaits, ho naturalmente le mie preferite, ossia quelle che utilizzo in pesca con maggior fiducia, quelle insomma a cui lego i miei risultati in pesca sia in termini di catture, sia sotto l’aspetto del puro divertimento; il mio cavallo di battaglia è il vermone di buona taglia, per intenderci, quello conosciuto ai più e commercializzato da Berkley della lunghezza di 6 pollici ( 15 cm.) che sin dai primi utilizzi – sia in fiume che in torrente – mi ha sempre regalato costanti e numerose catture, alcune di taglia veramente rilevante.

E’ un esca nata appositamente per il black bass e naturalmente vista la taglia non lo utilizzo intero, rischierei – data la sua lunghezza – di “ciccare” la maggior parte delle abboccate, anche se con grosse trote di mia conoscenza, non è assolutamente improbabile, vista la loro stazza, che se l’ingoino all’istante.

Recupero di una trota fario (clic per ingrandire)

Di solito lo taglio in due pezzi proprio all’altezza dello stomaco, che è quel grosso rigonfiamento lungo un paio di centimetri situato vicino alla testa, utilizzando prevalentemente proprio la parte di questa, perché di maggior volume e perché è quella che in acqua sa scatenare l´interesse delle trote in maniera significativa, con abboccate perentorie e repentine così dal permettermi di portare a buon fine la sempre entusiasmante cattura.

Anche la parte più sottile, ossia quella che finisce con la coda piatta è molto valida, ma la utilizzo prevalentemente con pesci di semina durante le gare di pesca, perché essendo queste, trote abituate ad avere il cibo senza dover entrare in competizione, risultano meno aggressive di quelle selvatiche e abbisognano di qualche stimolo in più, come appunto riesce a dare la lunga e sinuosa coda di verme che si dimena in acqua!

Arrivano le nuove esche proteiche:

Visto che come pescatore cerco di migliorarmi continuamente, da quasi due anni ho valutato anche altre tipologie di vermoni e di soft baits, in particolare quelle realizzate dall’amico Loris Ferrari, che molti di voi conoscono bene attraverso internet ed i forum di pesca.

Trota fario (clic per ingrandire)

Ho avuto la fortuna di conoscerlo a novembre 2010 in occasione del WTO svoltosi in quel di Sansepolcro, dove entrambi facevamo parte della giuria preposta al giudizio di esche rigide dedicate allo spinning e dove ho scoperto che lui, oltre che un ottimo realizzatore di esche rigide fatte a mano, era anche un valido costruttore di esche in  gomma siliconicha dedicate a tutti i predatori d’acqua dolce, compresi i salmonidi, e che aggiungeva alla gomma particolari sostanze attiranti e proteiche atte ad aumentare l’appeal delle stesse.

Non fece molta fatica a convincermi della bontà delle sue esche siliconiche perché l’ultimo giorno che eravamo a Sansepolcro pescammo assieme per alcune ore le trote in un laghetto e scoprii subito che quelle esche facevano davvero la differenza in termini di quantità e qualità di catture.

A fine battuta, io ed altri agonisti piacevolmente sorpresi, ci facemmo regalare tutte le esche che gli erano rimaste e da quel giorno non c’è stata una mia battuta di pesca in cui non ne avessi con me qualcuna, dando man mano loro sempre maggiore fiducia.

Da quel momento con Loris è nata una bella amicizia, che poi è sfociata col tempo in una soddisfacente e proficua collaborazione riguardante proprio le softbaits dedicate ai salmonidi.

Primo piano prima della slamatura e rilascio (clic per ingrandire)

Aggiungo che considero Loris un uomo dotato di una mente estremamente creativa, e che riesce a mettere al servizio di tutti noi pescatori la sua enorme passione per la pesca sfornando di continuo esche che ben si adattano ai pesci ed alle acque italiane.

Io generalmente mi limito a dargli suggerimenti sui colori che, secondo il mio modesto parere, catturano di più – e che una volta prodotti in alcuni esemplari, immediatamente utilizzo in appositi test in pesca per verificare l’eventuale veridicità delle mie/nostre convinzioni.

Altra bella trota estiva (clic per ingrandire)

Proprio con tali esche da lui realizzate e da me testate – in questo ultimo periodo estivo – ho catturato a ripetizione trote di tutte le taglie sia in torrenti montani che di fondovalle, passando momenti veramente soddisfacenti, con catture a volte esaltanti sia per la taglia, sia per i colori e sia per il contesto ambientale in cui sono state conseguite.

Per chi volesse approfondire il discorso su queste belle esche siliconiche di fabbricazione artifgianale, li invito a visitare sul suo blog personale ( www.lorislures.it ), la sezione Esche da Trota dove mostra anche tutte le esche “hand made” da lui realizzate, corredate da una tabella colori veramente fantasiosa e completa in grado di affrontare ogni tipo di acque.

trote e gomma... binomio vincente! (clic per ingrandire)

Le catture impresse nelle foto a corredo di questo mio report, hanno tutte lo stesso denominatore comune, tutte sono state realizzate nel mese di agosto 2012  e tutte sono state effettuate con le soft baits targate Lorislures, a conferma, se mai ve ne fosse il bisogno, che meritano davvero la mia fiducia !

Gli inneschi:

Vediamo ora come innescarle bene queste catturanti esche; di solito io uso ami a gambo lungo e diritto – tipo Aberdeen – di buona misura – dal n. 4 al 2\0 – dove inserisco lungo il gambo fermandole vicino all’occhiello una o più sfere in tungsteno forato in misura e peso variabile da un minimo di un grammo al massimo di tre grammi.

Questi ami così piombati mi consentono di operare in pesca in maniera ottimale anche in situazioni di corrente sostenuta, riuscendo così a portare la mia insidia gommosa in profondità tanto da arrivare a contatto dei pesci più belli.

L'autore in posa con un altro bel pesce (clic per ingrandire)

Oggi ci sono in commercio varie tipologie di ami adatti a questo tipo di tecnica, perciò avrete solo l’imbarazzo della scelta dato che, sono quasi tutti egualmente validi anche se io vi consiglio quelli che hanno un gap (apertura tra gambo e punta) molto accentuato (cosiddetto a “ciliegia”) e perché consentono un’ottima tenuta sul pesce.

Comunque, visto che siamo in tema, ve ne segnalo due tipi, quelli che proprio ora sto utilizzando assiduamente e con i quali ho conseguito la quasi totalità delle mie catture: il primo è il 947BL della Tiemco nella misura del n. 4, un amo dorato utilizzato nella pesca a mosca per la realizzazione di streamer, ha una conformazione particolare che si adatta molto bene a questo tipo di tecnica.

Amo Tiemco con aggiunta di cono di tungsteno e filo fusibile di piombo sul gambo (clic per ingrandire)

L’altra interessante caratteristica è quella che è già barbless, ossia senza ardiglione, perciò oltre che in zona libera potrete utilizzarlo anche in zone a regime particolare come quelle dei No Kill, dove solitamente questo tipo di ami è obbligatorio.

Di questo amo apprezzo la grande tenuta che ha sul pesce ferrato, nonostante sia senza ardiglione, e questo credetemi… non è mai così scontato!

L’altra tipologia di amo che vado a descrivervi è il T-Trout targato OMTD, che Molix su mio suggerimento, ha realizzato specificatamente per la pesca a spinning con le esche in silicone.

Bella fario (clic per ingrandire)

Si tratta di un amo in un’unica misura del n.1 con inserito sul gambo e posizionato sotto all’occhiello d’aggancio un peso variabile che parte da 1,5 grammi e arriva fino ai 2,5 grammi.

Gli ami utilizzati, in basso quello della Molix attorniato da esche siliconiche (clic per ingrandire)

Il piccolo cono con cui viene formata la testa è in tungsteno, un materiale molto più pesante del piombo, è perciò a parità di peso ha rispetto al piombo minor volume; questo permette alla testina in questione performances più marcate sia nel penetrare le correnti, sia nel tenere il fondo in maniera migliore.

Anche questo amo ha un gap molto accentuato, che garantisce ottima tenuta anche su pesci di grande mole, come quella che vedete comparire in questo articolo. 

Ci sono varie maniere di innescare le esche siliconiche su queste testine piombate, ma vi darò indicazioni riguardanti le due tipologie di innesco che vanno per la maggiore. Il primo è relativo all’innesco del worm tagliato a metà, che va innescato su un amo di lunghezza adeguata, leggermente ricurvo così da avere in pesca un’esca che vada in rotazione alla minima trazione, movimento questo che piace molto alle trote, sia in torrente che in fiume.

L'autore con un altra cattura a gomma (clic per ingrandire)

L’altra maniera di innesco è quella in asse, cioè diritta, che ben si presta all’utilizzo di esche quali gli shad a coda piatta (a martello) che ben si adattano a questo tipo di innesco in quanto utilizzandoli così, esprimono tutte le loro potenzialità mettendo in evidenza la grande mobilità e attrazione che sa esprimere in acqua la marcata coda piatta che li contraddistingue.

Worm di colore bubble gum innescato (clic per ingrandire)

Di solito in questa tipologia tecnica, si lancia leggermente a monte e in trasversale rispetto al moto correntizio, così da sfruttare in maniera adeguata la forza della corrente per poter animare in maniera positiva la nostra esca, presentandola al pesce in maniera totalmente naturale.

Se poi abbiniamo a tutto questo un movimento a “saliscendi” avremo messo in opera un buon repertorio di mosse che quasi sempre portano il pesce ad aggredire la nostra esca in gomma.

La Ferrata :

Mi raccomando, questa è una pesca che viene definita “a vista” in quanto pescando a spinning in questa particolare maniera, saranno molte le volte in cui vi capiterà di vedere in diretta l’abboccata, e se il pesce è di grossa taglia, potrebbe venirvi la tentazione di ferrare in maniera repentina alla prima tocca.

Tota fario (clic per ingrandire)

Non lo fate, ma lasciate che il pesce si giri e se ne vada con l’esca in bocca! Solo allora ferrate in verticale, ed in maniera franca, tanto da affrancare in maniera decisiva la ferrata.

Fario che non ha resistito ai richiami della gomma (clic per ingrandire)

Non sempre avrete a che fare con linfe trasparenti, e qui le cose si complicano un poco, perché dovrete rischiare di ferrare sull’abboccata e a volte perderete il pesce che vi ha appena abboccato.

Trota fario (clic per ingrandire)

Niente di male, ci sta ogni tanto di perdere qualche pesce, ma così facendo e con il passare del tempo, acquisirete l’esperienza necessaria ad attendere l’istante propizio per ferrare in maniera ottimale anche in presenza di acqua sporca o comunque velata.

 Un cenno all’attrezzatura da impiegare con la gomma:

Per finire diamo uno sguardo anche all’attrezzatura che è sempre una parte molto importante del nostro bagaglio di pescatori, se vogliamo ottenere buoni e costanti risultati.

Di solito per questa tecnica, privilegio canne leggere, sensibili e con una buona riserva di potenza, così da poter gestire al meglio anche combattimenti con prede di una certa mole, ma non voglio certo avere in mano un “palo della luce”  con il quale avrei sì tanta potenza, ma con cui perderei quella sensibilità che occorre per far lavorare al meglio una categoria di esche  per le quali la percezione dell’abboccata è una dote fondamentale per catturare.

La lunghezza di tali attrezzi la lascio scegliere ad ognuno di voi, dato che, come ho sempre asserito, la scelta della canna è soggettiva! Sappiate comunque che, essendo io un essere irrequieto, tendo a cambiare canna dopo 3-4 battute, sia in lunghezza, sia in tipologia !

Una volta uso la classica 2,40, un altra una leggera e grintosa “monopezzo” oppure una saettante 2,70 che mi consente di pescare bene in allungo. Con tutte quante ho comunque sempre catturato, ma cambiare ogni tanto – dal mio punto di vista – serve ad arricchire la mano dello spinner, così ci si abitua pian piano ad utilizzare e sfruttare con profitto i punti di forza di canne anche molto differenti fra loro, sia per lunghezza, sia per azione e peso, tutto ciò si trasformerà col tempo in un innegabile vantaggio in pesca.

Concludo dicendovi – a completamento di quanto asserito nelle righe iniziali di questo articolo – che, rimane vero che pescare a spinning in estate è sicuramente difficile ed impegnativo per tutte le problematiche temporali evidenziate in premessa, ma però, per chi come me non demorde e cerca di sfruttare a suo favore le giuste esperienze, può essere un periodo particolarmente produttivo, a patto di saperlo ben interpretare.

 A buon intenditor…

 Scuri G. Battista